Aromatizzati

Aromatizzati

L’idea di aromatizzare i chicchi di caffé è molto antica. Basta pensare al caffè al cardamomo bevuto fin dal Medio Evo nei paesi islamici. Le tecniche di lavorazione dei caffè aromatizzati oggi in commercio sono state invece sviluppate intorno agli anni ’70 e da allora continuamente migliorate. Al giorno d’oggi, il caffè aromatizzato viene preparato usando chicchi della varietà arabica, che offrono un caffè meno amaro e invadente, quindi più adatto a essere aromatizzato. I chicchi vengono tostati a un punto medio-alto. Una tostatura troppo scura renderebbe troppo aggressiva il gusto coprendo l’aromatizzazione, mentre una tostatura troppo chiara non permetterebbe una corretta aromatizzazione del chicco. La fase di aromatizzazione avviene tramite la spruzzatura di oli essenziali sui chicchi ancora tiepidi subito dopo la tostatura. La spruzzatura e la successiva amalgamatura del profumo durano circa trenta minuti. Questi oli essenziali hanno il grande pregio di non nascondere il sapore del caffè e di manifestarsi solo nel retrogusto, lasciando in bocca la tipica e piacevolissima sensazione.

Product added to wishlist
Product added to compare.